Italia - noleggio barche - Sicilia Nord - Eolie - Egadi




La Sicilia vi farà sicuramente pensare a Taormina, alle spiagge turistiche, alle granite, ai dolci e ai misteri di Cosa Nostra. Se è vero che questi aspetti appartengono alla realtà siciliana, va anche detto che essi sono ben lontani dal riassumere la quantità di attrattive della regione e la sua profonda tradizione storico-artistica e culturale. La Sicilia infatti ha conosciuto nella sua storia diverse ondate di invasioni e di occupazioni, di cui rimangono numerose testimonianze: che differenza tra Palermo, fortemente caratterizzata dalle civiltà araba e normanna, la grandiosità delle vestigia greche di Agrigento o di Siracusa, e l’asprezza dell’entroterra dove si perpetuano ancora, qua e là, tradizioni ancestrali degne dei romanzi di Leonardo Sciascia!

Le stagioni migliori per visitare la Sicilia e le isole Eolie ed Egadi vanno dalla primavera all’autunno periodo in cui sarà possibile godere le bellezze della natura e fare bagni al mare. Per le isole Eolie e le isole Egadi c’è grande disponibilità per noleggio di barche in Italia e ci si potrà imbarcare dalle stesse isole come solitamente si propone per i caicchi a noleggio o dalla costa Siciliana e Calabra come solitamente viene proposto per il noleggio di barche a vela e a motore.
Le sette isole che compongono le Eolie. L'arcipelago, di origine vulcanica, è situato nel Mar Tirreno, a nord della costa siciliana. Comprendono due vulcani attivi, Stromboli e Vulcano, oltre a vari fenomeni di vulcanismo secondario. Le isole prendono nome dal dio Eolo, re dei venti. Secondo la mitologia greca, Eolo riparò su queste isole e diede loro nome, grazie alla sua fama di domatore dei venti. Le Isole Eolie hanno sempre esercitato un immenso fascino sui viaggiatori che le hanno raggiunte. Chi prende barche a noleggio dalla Campania e si avvicina alle isole di notte avrà la spettacolare vista del faro dell’antichità ovvero delle continue esplosioni vulcaniche di Stromboli che da migliaia di anni guida i marinai che navigano in quella zona del Tirreno. Il noleggio delle barche per le Eolie è disponibile durante tutto l’anno anche se la maggiore offerta è concentrata durante gli otto mesi che vanno dalla primavera all’autunno.
E le Egadi? Bellissime anche se diverse rispetto alle Eolie. Non sono infatti di origine vulcanica e da un punto di vista geologico sono una propagazione della Sicilia. Favignana, Levanzo e Marettimo le tre isole che compongono le Egadi situate sulla punta occidentale della Sicilia. Sull'arcipelago è sita la riserva naturale marina delle Isole Egadi, ma la fruibilità del mare e della costa è comunque garantita e il noleggio barche in questa zona dell'Italia è ben sviluppato. I porti più prossimi sono Trapani e Marsala, ma anche da Palermo sarà possibile prendere barche a noleggio con destinazione Egadi. Questa zona della Sicilia risente la cultura araba e non bisogna perdere l’occasione per gustare gli ottimi piatti di cuscus a base di carne o di pesce. Molto forte in zona la cultura del tonno dovuta alla presenza di varie tonnare, una direttamente sull’isola di Favignana, che solo da pochi anni hanno cessato la loro attività.

Cenni su alcune città della Sicilia.
Palermo
All’epoca degli Arabi e poi dei Normanni poteva essere annoverata tra le più fiorenti città del mondo mediterraneo, ha perso lo smalto di un tempo ma resta una città affascinante ed estremamente interessante. Cela autentici gioielli ereditati dai tempi del suo splendore: dal Palazzo dei Normanni alla la Cappella Palatina, dalla chiesa di San Giovanni degli Eremiti ai mosaici che ornano l’interno della Martorana. Lasciate poi il Medioevo, se siete attratti dal macabro non perdete le Catacombe dei Cappuccini, che contengono circa 8000 corpi imbalsamati.
Dopo questa incursione nel mondo dell’oltretomba, il mercato della Vucciria offre, al contrario, lo stesso spettacolo gaudente e il medesimo piacere dei sensi di un souk maghrebino o mediorientale. I cumuli di olive e le ghirlande di peperoncini rossi accompagnano le bancarelle di pesce, su cui troneggiano i pesci spada interi. A 11 km da Palermo, la spiaggia di Mondello, una elegante località balneare, si stende nell’arco di una graziosa baia all’ombra del monte Pellegrino.

Agrigento
Appollaiata in cima a una collina, l’antica colonia greca domina il Mediterraneo e la celebre Valle dei Templi. Questo sito incomparabile, erede del passato greco dell’antica Akragas dove nacque il filosofo Empedocle, raggruppa cinque santuari dorici eretti attorno al V secolo a.C. E' una buona idea gironzolare per le stradine strette e sinuose della vecchia Agrigento che si estende nella parte alta della città. Appena 6 km a sud-ovest di Agrigento si trova Caos, la casa natale di Luigi Pirandello trasformata in museo.

Siracusa
Città greca fondata nel 734 a.C. da un gruppo di Corinzi, Siracusa crebbe rapidamente, al punto da costituire una minaccia per Atene. Raggiunse il suo apogeo economico e culturale sotto il dominio di Dionisio I, quando la città attirò a sé pensatori della levatura di Platone, prima di cadere sotto la dominazione romana all’inizio del III secolo a.C. Città natale del matematico Archimede.
L’isola di Ortigia costituisce il cuore fisico e spirituale di Siracusa, con una predominanza di edifici medievali interrotta qua e là da chiese e palazzi barocchi. Il Duomo del VII secolo ingloba nella sua struttura le colonne di un tempio greco dedicato ad Atena. Non lontano da lì, potrete vedere la Fonte Aretusa, una sorgente naturale che sgorga a pochi metri dal mare; secondo la leggenda, la ninfa Aretusa venne trasformata in fonte da Artemide per sfuggire alle attenzioni del dio fluviale Alfeo.